ettore-sansavini

Ettore Sansavini: affrontare i rischi per raggiungere il risultato

Ettore Sansavini è il Presidente di GVM Care&Research, il network sanitario di alta specializzazione, con strutture private distribuite sia in Italia che all’estero.

Sin dagli esordi della sua attività, si è ispirato a regole ben definite, in modo tale da costruire negli anni una precisa linea imprenditoriale. Così, a partire dagli anni Sessanta, ha lavorato come impiegato in una clinica privata, dove ha appreso le nozioni basilari che lo avrebbero poi accompagnato durante tutto il suo percorso. Nel 1973, all’età di soli 28 anni, è diventato il direttore della Casa di Cura Villa Maria di Cotignola (ora Maria Cecilia Hospital). Si tratta di una struttura ancora in fase di costruzione, che con l’arrivo dell’imprenditore riesce ad essere velocemente accreditata con le mutue.

ettore-sansaviniTuttavia seguiranno anni difficili, durante i quali la clinica viene privata delle convenzioni con le mutue, ma riesce comunque a continuare ad offrire servizi di alta qualità, in particolare nei settori della cardiochirurgia e della cardiologia.

L’imprenditore Ettore Sansavini continua a lavorare con ritmi incalzanti, convinto che affrontare i rischi che si pongono di giorno in giorno sia l’unico modo per poter raggiungere gli obiettivi prefissati. Negli anni a seguire riesce ad ampliare sempre più la rete del suo Gruppo che ha sede centrale a Lugo: la diffusione del network sanitario diventa sempre più capillare, con sedi che presto vengono realizzate in diverse regioni italiane, quali Toscana, Emilia Romagna, Liguria e Piemonte, oltre che al Sud, in Puglia e Sicilia. L’imprenditore ha anche importanti ed ambiziosi progetti per quanto riguarda l’espansione all’estero, puntando in particolare su Paesi quali Francia, Polonia e Albania.

Il grande impegno ed i successi ottenuti vengono anche premiati: nel 1995 a Sansavini viene conferita la Medaglia della Presidenza della Repubblica da parte del comitato scientifico internazionale del Centro Pio Manzù. Inoltre, nel 1996 l’imprenditore riceve un altro importante riconoscimento, quale la Croce di Grande Ufficiale del Sovrano Ordine di Malta.

I riconoscimenti continueranno anche negli anni successivi, come ad esempio nel 1999, quando partecipa alla finale del premio “L’imprenditore dell’anno” nel campo Finance, dove gli viene riconosciuto l’utilizzo dell’innovazione ed il dinamismo delle scelte finanziarie a supporto delle idee imprenditoriali. Anche l’Associazione “Famiglia Romagnola” gli riconosce un premio qualche anno più tardi, nel 2003, quando lo elegge “Romagnolo dell’anno”.

Nel 1998 l’imprenditore diviene il maggior azionista (con l’80% delle quote) dell’azienda Eurosets che produce dispositivi medici per l’autotrasfusione, la cardiochirurgia e l’ortopedia.

Sansavini è inoltre membro del Comitato esecutivo AIOP Nazionale, presidente dell’AIOP Liguria e fa parte di numerose altre associazioni ed enti operativi nel settore economico-sociale.

La sanità e il concetto di continuo miglioramento

I pazienti sono sempre stati la priorità per Ettore Sansavini: ogni traguardo che si raggiunge nel campo della sanità deve rappresentare un nuovo punto di partenza per creare servizi sempre più adeguati e pronti ad offrire le migliori soluzioni per ciascun paziente. L’innovazione riveste pertanto un ruolo fondamentale nel settore sanitario e deve essere accompagnata dalla tecnologia di alto livello, che consenta di creare ogni giorno qualcosa di nuovo.

In Italia, con Sansavini si sono avuti i primi esempi di sperimentazioni gestionali tra la sanità pubblica e quella privata. Sono idee innovative, alla ricerca di una integrazione che porti alla creazione di reparti attrezzati al meglio e sottoposti a validi sistemi di gestione e di controllo, seguendo il modello di alcuni ospedali internazionali.

Secondo la filosofia seguita da Ettore Sansavini, anche con idee semplici è possibile raggiungere risultati ottimali in campo medico, se gli sforzi messi in atto sono costanti e ben orientati. In questo modo si possono offrire prestazioni di eccellenza, che riescano a soddisfare le esigenze e garantire adeguate prestazioni sanitarie di elevata qualità.

Il gruppo sanitario GVM Care&Research, nato con l’idea di “differenziarsi”

L’idea che ha accompagnato sin dall’inizio il lavoro del Presedente del Gruppo GVM Care & Research è quella della differenziazione. Per poter rispondere costantemente alle esigenze dei pazienti il network GVM Care & Research cerca di offrire soluzioni che non vadano a duplicare i servizi sanitari già esistenti sul territorio, ma che offrano qualcosa di nuovo. Massima attenzione riservata alla scelta di specialisti e personale altamente qualificato, in grado di sostenere i pazienti anche sotto il profilo psicologico.

Categorie: Medicina